Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di più leggi l'informativa sull'utilizzo dei cookies.

Laboratorio di micropropagazione

alt

 

Dal 1990 lo Strozzi dispone di un laboratorio dove si producono piante in vitro.

La micropropagazione è una tecnica di propagazione delle piante e consiste nell’allevare le gemme e le microtalee su idonei substrati di coltura addizionati di ormoni vegetali in modo tale da stimolare la produzione di nuovi germogli.

Le piante ottenute con questa tecnica sono uguali alla pianta madre (cloni).

 

 

 

 

altalt

 

In laboratorio i ragazzi, seguiti dal docente, possono apprendere queste tecniche partendo dalla scelta del materiale da micropropagare e dalla preparazione dei substrati di crescita e delle soluzioni madri.

 

altalt

(in foto)
Preparazione substrato di coltura

 

 

L’attività degli studenti si articola in alcune fasi:

 

Prelievo microtalee dalle piante madri

altalt

 

 

Disinfezione delle microtalee e impianto delle stesse in substrato.

 

altalt

(in Foto: Disinfezione con ipoclorito di sodio)

 

alt

(in Foto: Inclusione della microtalea in substrato)

 

 

Moltiplicazione : l’attività consiste nella messa a dimora delle microtalee in substrato di moltiplicazione precedentemente preparato in sterilità.

 

alt
(In Foto: Cappa a flusso laminare)

alt
(In Foto: Piante di ficus elastica in moltiplicazione)

 

Vasi e provette contenenti microtalee vengono posti in cella climatica per un periodo di 15-20 giorni.

alt
(In Foto: Cella climatica)
Radicazione : le microtalee vengono trasferite in sterilità in substrato radicante.
altalt
(In Foto: Piante in substrato radicante)

 

 

Dopo 15 – 20 giorni le piante radicate vengono tolte dal vaso di vetro, trapiantate in terriccio e messe in serra per l’ambientamento.
altalt
(In Foto: Trapianto piantine in vaso - Serra)
Notizie

Corsi per apprendista norcino

Domenica 14 ottobre, presso la sala conferenze del museo civico Polironiano di San Benedetto Po sono stati consegnati i diplomi del corso di apprendista norcino "aspirante masalin" tenuto in collaborazione con la Confraternita del salame mantovano e il comune di San Benedetto Po. Presenti i rappresentanti della confraternita, il Sindaco di san Benedetto Dott. Roberto Lasagna, Il Signor Iacopo Tirelli del "Salumificio del Po", il Dirigente, i docenti del corso e gli studenti che hanno ricevuto il diploma. Per l'occasione il Dirigente Prof. Pantiglioni e il Prof. Fila sono stati premiati e accolti nella confraternita in qualità di "Soci Onorari". Anche per quest'anno, visto il notevole successo riscosso dall'iniziativa, il corso verrà riproposto agli studenti delle tre sedi. E' seguito un rinfresco "naturalmente" a base di ottimo salame secondo la ricetta tipica mantovana.

confraternita

Nella foto: il Prof. Fila posa con due diplomati della sede di Mantova.